Informazione
 
 

CONTRIBUTO CANONE DI LOCAZIONE ANNO 2022 - SCADENZA 02-12-2022

09 11 2022  - 

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

 

Premesso che:

- la legge 9 dicembre 1998, n. 431, all’articolo 11, ha istituito il Fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione, destinato all’erogazione di contributi per il pagamento dei canoni di locazione sostenuti dalle famiglie in condizioni di disagio economico;

- la Giunta Regionale, con delibera  n. 29/19 del 22.09.2022, ha approvato i criteri per l’individuazione dei destinatari e le modalità di determinazione dei contributi per l’annualità 2022;

- la Giunta Comunale, con delibera n. 54 del 31.05.2017, ha dato direttive al responsabile del servizio amministrativo per l’assegnazione di contributi per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione, per gli anni 2017 e seguenti.

 

RENDE NOTO

 

che, tutti i cittadini in possesso dei requisiti sotto specificati, possono presentare domanda di partecipazione per l’accesso al contributo in oggetto, entro  il giorno 02 dicembre 2022, esclusivamente sullo Sportello on-line, attraverso l’identità digitale SPID,al seguente indirizzo:

 

https://www.servizipubblicaamministrazione.it/Servizi/FiloDiretto/ProcedimentiClient.Aspx?CE=sntgst1191&IDGruppoSelez=3430

 

1) Destinatari dei contributi.

I destinatari del contributo sono i titolari di contratti di locazione ad uso residenziale di unità immobiliari di proprietà privata site nel Comune di Santa Giusta e occupate a titolo di abitazione principale o esclusiva.

 

Il contratto deve:

- essere regolarmente registrato (ex art. 2, comma 1 della L 431/1998) e riferito ad un alloggio adibito ad abitazione principale, corrispondente alla residenza anagrafica del richiedente;

- sussistere al momento della presentazione della domanda;

- permanere per tutto il periodo al quale si riferisce il contributo eventualmente ottenuto.

Sono esclusi i titolari di contratti di locazione di unità immobiliari classificate nelle categorie catastali A1, A8, e A9.

Non sono ammessi i nuclei familiari nei quali anche un solo componente risulti titolare del diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare, ai sensi dell’art. 2 della L. R. 13/89, sito in qualsiasi località del territorio nazionale.

Non sono altresì ammessi i nuclei familiari che abbiano in essere un contratto di locazione stipulato tra parenti e affini entro il secondo grado, o tra coniugi non separati legalmente.

 

2) I requisiti richiesti per ottenere i benefici.

 

La concessione dei contributi è subordinata alla sussistenza dei seguenti requisiti:

 

  • Fascia A: ISEE corrente o ordinario del nucleo familiare uguale o inferiore alla somma di due pensioni minime INPS, rispetto al quale l’incidenza sul valore ISEE del canone annuo corrisposto è superiore al 14%; l’ammontare di contributo per ciascun richiedente è destinato a ridurre sino al 14% l’incidenza del canone sul valore ISEE e non può essere superiore a € 3.098,74.

 

  • Fascia B: ISEE corrente o ordinario del nucleo familiare uguale o inferiore al limite di reddito previsto per l’accesso all’edilizia sovvenzionata, rispetto al quale l’incidenza sul valore ISEE del canone annuo corrisposto è superiore al 24% e non può essere superiore a € 2.320,00.

 

  • Fascia Covid: ISEE corrente o ordinario del nucleo familiare uguale o inferiore ad € 35.000, rispetto al quale l’incidenza sul valore ISEE del canone annuo corrisposto è superiore al 24% e non può essere superiore a € 2.320,00.

 

Per l’ammissibilità alla Fascia Covid, ai sensi dell’art. 1, comma 4 del D.M. Infrastrutture  del 13 luglio 2022, i richiedenti devono presentare una autocertificazione nella quale dichiarino di aver subito, in ragione dell'emergenza Covid-19, una perdita del proprio reddito IRPEF superiore al 25%. Come disposto dal comma 5 del medesimo decreto, la riduzione del reddito può essere certificata anche attraverso l’ISEE corrente o, in alternativa, mediante il confronto tra le dichiarazioni fiscali 2022/2021.

 

Come disposto dall’art. 1 comma 6 del D.M. Infrastrutture  del 13 luglio 2022  “i Comuni erogheranno l’intero contributo anche ai beneficiari della quota destinata all’affitto del cd Reddito di Cittadinanza in quanto la compensazione sul reddito di cittadinanza per la quota destinata all’affitto sarà effettuata dall’INPS, successivamente alla comunicazione allo stesso ente di previdenza, da parte dei comuni, della lista dei beneficiari”.

 

All’istanza di contributo dovranno essere allegate obbligatoriamente le ricevute di pagamento del canone di locazione dal mese di gennaio al mese di novembre 2022. La ricevuta del mese di dicembre  2022 dovrà essere trasmessa alla mail del servizio segreteria@comune.santagiusta.or.it  in formato (Pdf/Jpg) entro il  09/12/2022. La mancata presentazione della ricevuta del mese di dicembre comporterà la decurtazione dello stesso.

 

Per informazioni rivolgersi all’Ufficio Segreteria - responsabile di procedimento sig. Fabrizio Melis tel. 0783354519 mail: segreteria@comune.santagiusta.or.it .

Santa Giusta, 09.11.2022

                                                                                                 La Responsabile del servizio

                                                                                                         Dr.ssa Silvia Spiga